Archivi tag: progetti

La cucina di Albert vista da “Fondazione A-Tono”

“Negli ultimi anni abbiamo visto aumentare l’arrivo in Italia di bambini e ragazzi senza i propri genitori”, spiega Giuseppe Caspani, Vicepresidente di A-Tono Onlus, che ha individuato e proposto la nostra “Cucina di Albert” come progetto idoneo e meritevole di essere sostenuto. “Incapaci di comunicare e di prendersi cura di sé – continua – molti di loro finiscono nelle mani della criminalità. A-Tono Onlus ha sostenuto Oklahoma in maniera diretta e concreta per dare vita a ciò in cui crediamo, rendendo possibile un sogno: aiutare questi ragazzi e donargli un futuro”. A-Tono Onlus ha contribuito con una donazione che ha permesso di strutturare un laboratorio nella cucina della comunità e che dà ad Oklahoma Onlus la possibilità di attuare un progetto continuativo. In questo video vediamo il laboratorio dal loro punto di vista (di “comunicatori digitali”).

La Montagna è per tutti: Tavola Rotonda al Festival Milano Montagna

Con gioia abbiamo accettato l’invito a partecipare alla Tavola Rotonda “La Montagna è per tutti: incontri possibili tra montagna e disabilità“, a cura di Stella Polare Cooperativa Sociale, all’interno di Milano Montagna Festival e del progetto beOut Milano Outdoor per Tutti.

Un appuntamento per tutti gli operatori sociali, per le persone con disabilità e per le loro famiglie, gli appassionati di montagna che credono nel suo potenziale educativo, trasformativo, terapeutico, formativo.

Partecipano:

Gianfranco Martin – direttore Freewhite Sport Disabled ONLUS

Eleonora Delnevo e Anna Torretta – atlete e alpiniste

Vincenzo Lolli – Commissione Impegno Sociale CAI Bergamo

Gianluca Saibene – dell’associazione “Sulla traccia di Riccardo”

Elena Bignoli – volontaria montagnaterapia e autrice Tesi “la Montagna alleata dei Ribelli”

Sarà presente per un saluto istituzionale Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e Servizi per la Salute

SABATO 21 OTTOBRE 2017

ore 11:00 – 13:00

Fondazione Feltrinelli, viale Pasubio 5, Milano

 

beOut – Milano Outdoor per Tutti

beOut. Milano outdoor per tutti è un progetto territoriale realizzato grazie al contributo dei bandi territoriali di Fondazione Cariplo sezione Servizi alla Persona, iniziato nel Settembre 2017, di cui Comunità Oklahoma Onlus è partner ufficiale. Questo progetto offre ai nostri ragazzi molte opportunità di crescita attraverso la creatività, lo sport e attività ad alto coinvolgimento relazionale.

beOut. Milano outdoor per tutti nasce dall’esperienza di Milano Montagna Festival (prodotta da Milano Si Autoproduce Design MISIAD) e dall’idea di portare la passione per l’outdoor e lo sport a tutti, valorizzando la grande risorsa dei parchi pubblici che la città di Milano offre. Dopo un primo esperimento di action sport dedicato ai disabili realizzato durante la terza edizione 2016 del festival, Milano Montagna ha voluto ampliare il suo raggio d’azione, entrando in collaborazione con Oklahoma (comunità che accoglie minori non accompagnati) e Stella Polare (cooperativa sociale che si occupa di persone con disabilità fisica e cognitiva) nella convinzione condivisa che lo sport sia un motore di inclusione e integrazione sociale, un volano per valorizzare la cultura del benessere offerto gratuitamente a tutti nei luoghi pubblici della città. Continua a leggere

La cucina di Albert

Mercoledì 26 aprile in Comunità Oklahoma Onlus è partito il progetto “La CUCINA di ALBERT”, un laboratorio che si propone di accompagnare, sotto l’attenta guida di Rocio e Luigi, un gruppo di 5 minori ospiti nello sperimentarsi nei primi approcci al mondo della cucina. Con questo primo modulo, della durata di tre mesi, l’obiettivo è ancora una volta di attrezzare il più possibile i nostri ragazzi con gli strumenti più adatti per accogliere le opportunità che il Progetto Educativo di ciascuno propone.
Un ringraziamento particolare agli amici della Fondazione A-Tono per il fondamentale supporto e per la condivisione di questa nuova avventura.

Continua a leggere

La festa dell’orto – estate 2016

Giovedì 14 luglio in Comunità si è tenuta la Festa dell’Orto di Ale 2016. Un festoso grazie agli amici (più di 80!) che sono intervenuti. Abbiamo raccolto € 1.775 e, al netto delle spese, siamo riusciti a devolvere € 1.140 alla famiglia di Albert Dreni, il nostro modo di aiutare e stare vicino in questo momento di dolore e di necessità pratica.

DSC03279

Continua a leggere

Aiutiamoli a continuare… su due ruote!

Il locale caldaia della Comunità qualche anno fa era un disastro abbandonato. Nel 2008 lo abbiamo rimesso a nuovo e abbiamo creato una ciclofficina. Un luogo quotidiano dove i ragazzi potevano imparare l’arte della costruzione e manutenzione della bicicletta. Avevano aiutato a realizzare questo sogno ragazzi, educatori, tantissimi volontari e tante persone generose che avevano donato biciclette e soldi per poter acquistare gli strumenti necessari. Il progetto era andato benissimo, tutti i ragazzi erano riusciti a costruire le loro biciclette e nell’estate del 2009 avevamo realizzato il sogno di una vacanza in bicicletta tutti insieme. Da Milano alla Toscana, conclusa con un campeggio al mare.

Dal 2009 ci sono stati tempi molto difficili per la Comunità. Ma forse adesso potremmo riuscire a far ripartire la ciclofficina. Aiutaci a realizzare la ciclofficina Oklahoma! Con una piccola offerta puoi contribuire a preparare i nostri ragazzi a mettersi in pista sulla strada della vita. Con due ruote in più!

Continua a leggere

Progetto lingua italiana 2014

Autonomia, libertà e cittadinanza si costruiscono anche attraverso una buona padronanza della lingua, parlata, letta e scritta: così, per i ragazzi stranieri che accogliamo, un corso di italiano di base direttamente a casa loro, con insegnanti che possono adattare il proprio metodo a ragazzi di diverse età, lingue di provenienza e soprattutto livelli di scolarizzazione pregressa.

Continua a leggere

Quando il volontariato sale in cattedra

“Lingua sciolta” è un progetto sulla lingua italiana, gestito da volontari. Due opzioni: alfabetizzazione per chi non sa leggere e scrivere e corso superiore per ottenere un certificato italiano lingua straniera, indispensabile per lavorare.

Leggi l’articolo “Quando il volontariato sale in cattedra”, da Il Corriere della Sera, 1 novembre 2010